L’Associazione Libera Scuola avverte più che mai la necessità di unire le mille voci della comunità scolastica, per formarne una sola, forte e determinata, che deve arrivare diretta alle orecchie di Governo ed opposizione.

Una necessità di collaborazione volta ad evitare di disperdere le forze e per risultare più incisivi, verso la chiusura che amministrazioni e forze politiche dimostrano troppo spesso nei confronti dei problemi reali che ogni giorno deve affrontare chi la scuola la vive direttamente, come docenti, ata, dirigenti e studenti, e le loro famiglie.

Durante gli “Stati Generali della Scuola” di Bari del 28 e 29 agosto u.s., ogni associazione ha avuto un proprio spazio rappresentativo da cui sono scaturite ottime proposte, interventi sentiti, idee concrete, oltre alla formazione di una rete on line tra associazioni in grado di garantire uno scambio continuo di informazioni in tempo reale.

L’evento è stato anche una vetrina per presentare le attività che ogni associazione svolge, ma principalmente si è sentita la necessità di uscire dal proprio guscio per avviare un’azione di sinergia con gli altri per il bene di tutta la comunità scolastica.

In quella occasione c’è stato un entusiasmante confronto sulla problematica che investe le maestre diplomate magistrale, che negli ultimi mesi hanno manifestato, presidiato, si sono legate dinanzi al Miur, hanno portato avanti uno sciopero della fame, ma nulla: di fronte ad un Governo sordo e cieco, ora molte di loro in ruolo sono state licenziate, e molti esclusi dal concorso straordinario. https://www.liberascuola.org/2020/09/07/katia-la-maestra-dm-licenziata-ed-esclusa-dal-concorso-straordinario-comincia-lo-sciopero-della-fame/

ANLI – Associazione Nazionale Liberi Insegnanti è stata e continua ad essere l’unico, estremo baluardo nella difesa dei diritti di questa categoria di lavoratori, ma ha deciso diventare ancora più forte ed ampliare la propria voce, aderendo ad ALS – Associazione Libera Scuola, che ha l’ambizione di essere un vero e proprio network nella difesa della comunità scolastica.

Siamo orgogliosi di dare il benvenuto ad Alessandra Gammino, le tue battaglie saranno le nostre. Uniti si vince!