Lì dove non arriva il buon senso di un Ministro, arriva il Tribunale a porre rimedio e fare giustizia. Difatti, il Tar del Lazio, con l’ordinanza pubblicata lo scorso 20 novembre, dà parere favorevole alle prove suppletive per i malati Covid per il concorso straordinario. Una decisione in netto contrasto con quanto detto dalla ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, che aveva detto no, più volte, alle prove suppletive forte anche di un parere della Funzione Pubblica.

prove-suplletive

Purtoppo, sono tanti gli insegnanti che, come la precaria campana che ha adito il Tar, avrebbero dovuto svolgere la prova scritta del concorso, ma si sono ammalati perchè positivi al Covid-19, con obbligo di quarantena; molti altri in quarantena fiduciaria per sospetto covid e in attesa di tampone.

Il Ministro Azzolina perde ancora una volta, ma a perdere per la sua cattiva gestione sono tutti gli insegnanti che hanno più volte chiesto invano le prove suppletive. Dubitiamo che il Ministero abbia l’umiltà necessaria per rivedere l’organizzazione dell’intero concorso, e l’unica strada sono le vie giudiziarie.

Un concorso nato male, e finito peggio, ma forse possiamo contare ancora sulla giustizia!!!

Per maggiori info, scrivere a : [email protected], oggetto: prove suppletive.