Ed intanto il Ministro Azzolina entra nei ruoli come dirigente scolastico…

… NELL’ ASSOLUTO SILENZIO SUL SUO CONFLITTO DI INTERESSI IN UN CONCORSO ANNULLATO!

https://www.miur.gov.it/web/guest/-/avviso-prot-23350-del-4-agosto-2020

L’attuale Ministro MI ha partecipato al concorso in questione quando era deputato e membro della commissione cultura (e fin qui nulla di male sebbene politicamente discutibile!) ed ha votato a favore dell’aumento del numero dei posti messi a bando. Da Ministro ha altresì votato a favore di un emendamento che rende la graduatoria ad esaurimento (gli idonei non vincitori saranno assunti in barba al bando!), nonostante il Tar abbia annullato l’intera procedura concorsuale; fa ostruzionismo impedendo l’accesso agli atti.

A breve sulla vicenda dei Dirigenti scolastici 2017 si pronuncerà il Consiglio di Stato, ma il Ministro continua con le assunzioni pur sapendo che attualmente la graduatoria è annullata a causa di un ulteriore sentenza del TAR per un errore nella valutazione dei titoli di un vincitore.

Ebbene, il Ministro Azzolina sta procedendo ad assumente se stessa? Intanto pare stia facendo scorrere la graduatoria fino alla sua posizione.

Facciamo due calcoli. Il Ministro in graduatoria è alla posizione n. 2539. Ad agosto 2019 è stato assunto il vincitore al posto n. 2045 in graduatoria. https://www.professionistiscuola.it/concorsi/3341-concorso-ds-pubblicati-abbinamenti-per-scorrimenti-analisi-psn-su-dati-ufficiali-gia-scorsa-oltre-70-graduatoria-vincitori.html

Nel mentre ci sono stati 80 depennamenti con Decreto Dipartimentale n. 1461 del 9/10/19 ( e 5 rinunce?). https://www.orizzontescuola.it/concorso-dirigenti-scolastici-80-depennati-da-graduatoria-nazionale/ ; https://miur.gov.it/web/guest/-/decreto-dipartimentale-n-1461-del-9-ottobre-2019

In data odierna sono stati comunicati i nuovi 458 posti vacanti e disponibili. Quindi, se la matematica non è una opinione, arriviamo al n.2583.

O forse sbagliamo…. aspettiamo con ansia le graduatorie finali.

Allegato-al-Decreto-Dipartimentale-n.1205-del-01-agosto-2019-1

Ricostruiamo brevemente la vicenda.

Le regole del concorso DS erano chiare: il bando in Gazzetta Ufficiale n. 90 del 24.11.2017 prevede 2.425, di cui 9 destinati al concorso Friuli Venezia Giulia. I posti banditi corrispondono ai posti vacanti dell’anno in corso, più quelli che si sarebbero resi liberi a seguito dei pensionamenti nel 2018/2019, 2019/2020 e 2020/2021.

  • Il 23 luglio 2018 si svolge la prova preselettiva.
  • Tra il 24 e il 25 luglio 2018 viene pubblicato l’elenco degli ammessi alla prova scritta.
  • Il 18 ottobre 2018 si svolge la prova scritta.
  • 12 febbraio 2019: in Gazzetta la conversione in Legge del DL n. 135 del 14 dicembre 2018 (cosiddetto Decreto Semplificazioni) che incrementa di un 20% il numero dei candidati rispetto ai posti disponibili. I vincitori, pertanto, al termine della prova orale, non saranno più 2.245 ma 2.910.
  • Tra il 25 e il 26 marzo 2019 il Miur rende noti i nomi dei candidati che hanno superato lo scritto e vengono ammessi all’orale: sono 3795.
  • Infine, in sede di discussione al Milleproroghe 2020 viene approvato l’emendamento sui candidati considerati idonei fino al completo scorrimento della graduatoria.

E così, la politica ti fa diventare dirigente!

avviso-prot.-23350-del-4-agosto-2020-1

8 pensieri su “Ed intanto il Ministro Azzolina entra nei ruoli come dirigente scolastico…

  1. Un’ulteriore conferma della gestione personalistica da parte di chi, invece, dovrebbe essere garante di interessi generali e superiori, contribuendo ad alimentare la cultura del sospetto. #azzolinanoncirappresenti

  2. È semplicemente ignobile come si consenta tutto ciò. Tra l’altro è stato chiesto (TAR) l’accesso agli atti concorsuali del ministro Azzolina, ma lei ha fatto ricorso al CdS per evitare ciò. Quando era sindacalista ANIEF dichiarava che se si vuole insabbiare una vicenda, bisogna ricorrere al CdS. Inoltre, uno dei requisiti per partecipare al concorso per dirigenti scolastici è sempre stato il compimento di 10 anni di servizio di ruolo. Soltanto con l’ultimo concorso DS al quale ha partecipato il ministro Azzolina, tale requisito è stato mofificato nella mera immissione in ruolo e 5 anni di servizio in totale, anche non di ruolo. Il ministro faceva parte della Commissione cultura e istruzione che, guarda caso, si occupa anche dei concorsi. Ci sarebbe tanto altro da aggiungere, ma sembra inutile perchè al governo continuano a fare ciò che vogliono, in barba a quslsiasi principio di trasparenza, correttezza, meritocrazia, giustizia.

  3. Indegno…tutto il concorso è da annullare…in barba alla legge e al Tar. La ministra dovrebbe fermarsi a pensare e riflettere….Dov’è finito il motto ONESTÀ ONESTÀ

  4. … ma ci pensate che tra poche settimane le scuole apriranno e occorrono migliaia di docenti in più?
    Ma ci siete o ci fate?
    Prima della ministra vengono gli studenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *