RICONOSCIMENTO DELLA LAUREA E 24 CFU QUALE TITOLO ABILITANTE PER ESSERE INSERITI IN 2^ FASCIA DI ISTITUTO

Il D.Lgs. 59/2017 ha modificato le regole per il reclutamento degli insegnanti, con l’introduzione dell’obbligo del conseguimento di 24 CFU nei settori antropo-psico-pedagogici e nelle metodologie didattiche, indispensabili per la partecipazione alle procedure concorsuali, unitamente al possesso di un titolo di laurea idoneo all’insegnamento.

Inspiegabilmente, però, il MIUR preclude agli stessi (ovvero a chi è in possesso della laurea + 24 cfu) l’inserimento in II Fascia delle Graduatorie di Istituto, riservate agli abilitati, nonostante il regolare possesso dei titoli sopra indicati.

La recente Giurisprudenza di merito (v. ex multis sentenza del Tribunale di del lavoro di La Spezia, sent. del 13.2.20 – Ordinanza Tribunale di Monza n. cronol. 5242/2019 GDL Serena Sommariva, Ordinanza Tribunale di Siena n. cronol. 3009/2019 GDL Delio Cammarosano, Ordinanza Tribunale di Busto Arsizio n. cronol. 34/2020 GDL Francesca La Russa, Ordinanza Tribunale di Palermo n. cronol. 42773/2019,Ordinanza Tribunale di Parma n. cronol. 3035/2019,Ordinanza Tribunale di Roma n. cronol. 113239/2019,Ordinanza Tribunale di Termini Imerese n. cronol. 18512/2019,Ordinanza Tribunale di Salerno, n. cronol. 25022/2019 del 15/10/2019, GDL dott.ssa Caterina Petrosino, Sentenza n. 5705/2018 Tribunale di Roma, Sentenza n. 2823/2018 Tribunale di Roma ) ha sancito che costituisce titolo abilitante all’insegnamento la Laurea unitamente ai 24 CFU e, in ragione di tale pronuncia, i ricorrenti hanno ottenuto l’ inserimento nella SECONDA FASCIA DELLE GRADUATORIE DI ISTITUTO.

ADESIONE RICORSI

Alla luce delle sentenze favorevoli che si sono susseguite, parte da oggi una nuova iniziativa legale che coinvolgerà di tutti i docenti precari, in possesso di tali requisiti, per ottenere l’inserimento nella seconda fascia di istituto.

Possono, quindi, proporre ricorso tutti coloro che sono in possesso di una laurea idonea all’insegnamento ed hanno conseguito i 24 CFU. Possono aderire  anche coloro che NON sono inseriti in 3a fascia delle Graduatorie di circolo e di Istituto.  

Il ricorso assume una notevole importanza anche in previsione della pubblicazione, probabilmente nel mese di Giugno 2020, del nuovo decreto per l’aggiornamento e apertura delle graduatorie di II e III fascia.

LE ADESIONI DOVRANNO PERVENIRE ENTRO IL 30 GIUGNO

I DOCENTI INTERESSATI AL RICORSO SONO: 

  • docenti precari delle graduatorie di istituto, con o senza servizio, in possesso di laurea (in qualunque momento conseguita) idonea per l’inserimento nelle graduatorie di istituto+24 C.F.U. nelle discipline antropo-psico-pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche;
  • diplomati A.F.A.M. (Conservatorio/Belle Arti/Accademia della Danza), con o senza servizio o senza, in possesso dei 24 C.F.U. nelle discipline antropo-psico-pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche;
  • Diplomati I.S.E.F., con o senza servizio, in possesso dei 24 C.F.U. nelle discipline antropo-psico-pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche.
  • diplomati I.T.P., con o senza servizio  (Diploma in qualunque momento conseguito, valido per l’accesso alle classi di concorso tecnico pratiche) in possesso dei 24 C.F.U. nelle discipline antropo-psico-pedagogiche nonché metodologie e tecnologie didattiche.
  • docenti che, in possesso del titolo di laurea o diploma, come sopra specificato, e dei 24 CFU che non sono ancora inseriti in graduatorie di istituto.

N.B. Per poter aderire al ricorso è necessario fare domanda di inserimento in II fascia appena aprono i termini e dichiarare, quale titolo abilitante per la corrispondente classe di insegnamento, la laurea ed i relativi 24 CFU. Tale richiesta ovviamente non preclude la possibilità di chiedere l’aggiornamento della terza fascia.

Elenco documenti necessari ai fini del ricorso:
1) copia documento identità e codice fiscale 

2) copia del certificato Laurea/Diploma

 3) copia attestato 24 CFU

4) copia domanda inserimento in II fascia

5) ultimo Contratto di Lavoro

6) Copia graduatorie di circolo e di istituto

COSTI

Il ricorso COLLETTIVO ha un costo di euro 350,00, comprensivo sia di spese di fatturazione che della quota di iscrizione annua, ridotta a €15,00, all’Ass.ne Libera Scuola (lo statuto e i moduli di iscrizione sono scaricabili sul sito https://www.liberascuola.org/diventa-socio/ ), oltre al versamento del contributo unificato, che va diviso per il numero dei ricorrenti, di € 259,00. Il pagamento del contributo unificato non è dovuto nel caso di reddito familiare inferiore ad euro € 34.481,46.

Il ricorso individuale ha un costo complessivo di di € 600,00, oltre al CU.

Per maggiori info scrivere a [email protected] – oggetto: richieste info inserimento II Fascia, indicando anche la sede attuale di lavoro e un recapito telefonico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *